CereAlp

Potenziale di utilizzo delle varietà locali di cereali panificabili del Tirolo e dell’Alto Adige

I prodotti agricoli di alta qualità e di origine regionale hanno delle buone possibilità di essere commercializzati con successo nell’arco alpino

Obiettivi

Il progetto Interreg-IV „CereAlp“ (durata: giugno 2013 – marzo 2015) ha come obiettivo la realizzazione delle necessarie basi di conoscenze per l’utilizzo delle varietà locali di cereali panificabili nella regione delle Alpi.

Chi siamo

Il progetto CereAlp viene condotto dal Centro per la Sperimentazione Agraria e Forestale Laimburg e dall`Amt der Tiroler Landesregierung.

Introduzione

I prodotti agricoli di alta qualità e di origine regionale hanno delle buone possibilità di essere commercializzati con successo nell’arco alpino. Per questo motivo si assiste ad una crescente domanda di materie prime agricole regionali, che possano essere trasformate in prodotti alimentari con caratteristiche di autenticità ed elevata qualità. Per far ciò è necessario disporre di un offerta di varietà di origine regionale, basata su conoscenze relative al loro potenziale agronomico e qualitativo, delle quali in tempi recenti si è persa memoria. Il progetto CereAlp affronta proprio questo aspetto ed ha come obiettivo la descrizione del potenziale di utilizzo delle risorse fitogenetiche delle varietà locali di cereali. La salvaguardia della biodiversità e il mantenimento delle risorse fitogenetiche hanno assunto negli ultimi anni grande rilevanza su scala mondiale. La sostituzione delle varietà locali da parte di poche cultivar moderne molto produttive ha causato una forte erosione della variabilità genetica delle principali colture.

Il Tirolo e l’Alto Adige sono in possesso di un ampio spettro di varietà locali di cereali, che sono state raccolte e messe in sicurezza in una vasta collezione. Le varietà locali sono varietà tradizionali, che sono adattate alle caratteristiche climatiche della regione d’origine e che costituiscono un’eredità vivente, sia dal punto di vista naturale sia da quello culturale. Poiché le varietà locali raccolte presentano una grossa variabilità (per es. taglia, resa), ci si può attendere l’esistenza di una grossa variabilità anche per quanto riguarda le caratteristiche che determinano il loro potenziale di utilizzo. Una descrizione di queste caratteristiche purtroppo è disponibile solo in parte, ma è d’altro canto indispensabile per un impiego ragionato delle varietà locali e per la produzione delle materie prime e per giungere allo sviluppo di prodotti regionali basati su di esse.

Il progetto CereAlp contribuisce quindi all’arricchimento sia della diversità agricola, sia al sostegno delle filiere locali nel campo dei cereali panificabili, a nord e a sud del Brennero. Tutto ciò rappresenta un sostegno ai panificatori ed agli agricoltori, per i quali la cerealicoltura rappresenta un’interessante produzione alternativa di nicchia.

Attività

  • Moltiplicazione della semente

    Le varietà locali di cereali sono mantenute nelle banche del germoplasma in Tirolo e in Alto Adige.

  • Descrizione agronomica

    Le prove in campo per la descrizione agronomica delle varietà locali di segale e spelta vengono condotte in 4 siti a sud e nord del Brennero.

  • Verifica della suscettibilità a diversi patogeni

    La suscettibilità a patogeni importanti (ruggine bruna, ruggine del grano, Microdochium nivale, fusariosi, septoriosi) viene studiata mediante test di resistenza su piantine in serra.

  • Descrizione delle caratteristiche chimiche e delle qualità

    La qualità dei prodotti da forno è un ulteriore punto focale del progetto.

  • Divulgazione dei risultati

    I risultati del progetto saranno usati per la pubblicazione di un catalogo delle varietà locali.